Altre attività

Brain training
per la terza età

Redazione ANSA ROMA 

12 gennaio 2017

Allenare il corpo e la mente contrasta la demenza senile. È quanto conferma un esperimento condotto dai ricercatori dell’Istituto di neuroscienze (In-Cnr) e dell’Istituto di fisiologia clinica (Ifc-Cnr) del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa che hanno verificato “un chiaro miglioramento dello stato cognitivo e della funzionalità cerebrale nei soggetti anziani con diagnosi di danno cognitivo lieve sottoposti a un programma di allenamento cognitivo e motorio”.

I risultati sono pubblicati da Scientific Reports. “Quando impegniamo il cervello in attività cognitivamente complesse e in un contesto sociale e giocoso – spiega Lamberto Maffei, coordinatore della ricerca – i circuiti neurali vengono stimolati e rimodellati mediante la produzione di fattori neurotrofici che favoriscono la plasticità cerebrale. Anche nella terza età i neuroni rispondono agli stimoli con effetti sorprendenti per il benessere cerebrale, consentendo di attuare una vera strategia anti-invecchiamento”.

L’ASSOCIAZIONE ITALIANA LA LETTURA offre percorsi individuali o di gruppo a persone di 60 o più anni che desiderano mantenere efficiente la propria mente, contrastando il declino senile. Esperte assistenti propongono, in un incontro settimanale di un’ora, attività piacevoli e varie che, una volta apprese, possono essere effettuate anche a casa. Migliorando attenzione, percezione e memoria si resta giovani più a lungo!

Casa di Lettura per ragazzi “Metodo Di Noja-Piccoli”®
Via Trieste, 29-31, 37135, Verona C.F. 93028130230
associazioneitlalettura@gmail.com
Tel-Fax: 045 8200960
Tel: 331 1771034
Sito realizzato da Pensiero Visibile